• Blog
  • Come proteggere un sito web nel 2022

Come proteggere un sito web nel 2022

Sapevate che negli Stati Uniti si verifica un attacco di cybersecurity ogni 39 secondi? Ecco perché è importante rendere sicuro il vostro sito web.

Non lascereste mai la porta di casa aperta, quindi perché rischiare con il vostro sito web? Proteggersi dagli hacker è essenziale per proteggere i propri dati. In caso contrario, il vostro sito web potrebbe bloccarsi o, peggio ancora, potreste perdere il denaro duramente guadagnato e investito.

Come rendere sicuro il vostro sito web

  1. Attivare SSL – Acquistare o installare un certificato SSL gratuito sul proprio sito web.
  2. Anti-Malware – Utilizza l’anti-malware per scansionare gli attacchi dannosi e prevenirli.
  3. Password sicure – Assicuratevi che le vostre password siano lunghe e difficili da decifrare.
  4. Aggiornamento del sito web – Assicuratevi che il vostro sito web sia sempre aggiornato.
  5. Truffe – Attenzione alle e-mail di phishing e alle truffe
  6. Commenti manuali – Controlla i commenti sul tuo sito web accettandoli manualmente.
  7. Backup – Eseguire backup regolari del proprio sito web

Domande comuni

Anche i piccoli blog e siti web devono essere protetti. Perché? Perché un hacker può entrare in possesso dei vostri dati personali, il vostro sito potrebbe bloccarsi e i dati dei vostri visitatori potrebbero essere a rischio.

Sì! Tutti i passaggi illustrati in questa guida non richiedono competenze tecniche e sono molto semplici da attuare.

Indice dei contenuti

Come viene violato un sito web?

Prima di parlare di come rendere sicuro il vostro sito web, è importante capire come potrebbe apparire un sito web violato.

Sebbene non esista uno standard fisso di regole per l’aspetto e le prestazioni di un sito web una volta violato, in genere si può avere una buona idea del fatto che sia stato violato o meno in alcuni modi comuni.

  • Ransomware: gli hacker minacciano di pubblicare i vostri dati o di impedire l’accesso al vostro sito web a meno che non venga pagato un riscatto.
  • Parole chiave occultate: il contenuto scritto viene alterato sul vostro sito web per posizionarsi per termini chiave specifici su Google, che reindirizzeranno a un sito web non sicuro.
  • Gibberish Hack – Come sopra, ma le pagine create saranno piene di parole chiave e un sacco di parole senza senso.
  • Parole chiave giapponesi – Verranno create pagine casuali di contenuti giapponesi che contengono link di affiliazione a negozi online che vendono merce falsa.
  • DoS – Gli attacchi Denial of Service sovraccaricano un sito web di richieste e il server si blocca.
  • Virus – Se un virus viene inserito nel vostro sito web, questo potrebbe andare in tilt o potreste non essere in grado di accedervi.
  • Phishing – Gli hacker contattano i vostri clienti fingendo di lavorare per la vostra azienda nella speranza di ottenere informazioni personali.

Come proteggere il vostro sito web e renderlo sicuro

Ora che conoscete le potenziali violazioni che potrebbero verificarsi sul vostro sito web, è il momento di capire come potete rendere sicuro il vostro sito.

1. Installare e attivare un SSL

Il modo più semplice per proteggere il vostro sito web e i suoi visitatori è installare un certificato SSL. Quando si naviga in Internet e si visita un sito web, si capisce se un sito è sicuro se l’URL contiene HTTPS all’inizio.

SSL è l’acronimo di Secure Sockets Layer. Installando un certificato SSL sul vostro sito web, i dati del vostro sito e quelli dei vostri clienti sono criptati. Esistono diverse varianti di SSL adatte a determinati siti web, ad esempio i siti di commercio elettronico che elaborano i dati di pagamento.

Se si visita un sito web senza certificato SSL, Google lo segnala come sito non protetto. In sostanza, ciò significa che se il vostro sito web non utilizza l’SSL, la vostra SEO ne risentirà. Se il vostro sito web e un altro sito web fossero esattamente identici, ma il vostro sito web non avesse un SSL, l’altro sito web si posizionerebbe più in alto del vostro.

Se accettate pagamenti tramite il vostro sito web, è ancora più importante avere un SSL. Qualsiasi dato elaborato senza un SSL è vulnerabile e aperto agli hacker.

HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) è un protocollo di comunicazione Internet che protegge l'integrità e la riservatezza dei dati tra il computer dell'utente e il sito. Gli utenti si aspettano un'esperienza online sicura e privata quando utilizzano un sito web. Vi invitiamo ad adottare l'HTTPS per proteggere le connessioni degli utenti al vostro sito web, indipendentemente dal contenuto del sito.

Google Search Central

Esistono diversi modi per installare un certificato SSL sul vostro sito web:

  1. Scegliete un ottimo costruttore di siti web che includa un SSL gratuito
  2. Scegliete un provider di hosting come Hostinger o Siteground che fornisca un SSL gratuito.
  3. Installare un SSL Let’s Encrypt gratuitamente

2. Investire in un software anti-malware

Il software anti-malware identifica il malware e lo rimuove per voi. Esistono centinaia di opzioni anti-malware diverse, tra cui piani gratuiti e premium.

Software come Bitdefender sono gratuiti e disponibili su PC, Mac OS e Android. Naturalmente, esiste anche un software premium come SiteLock , che parte da 14,99 dollari per sito, al mese.

Quando è disponibile una versione gratuita, ci si chiede perché si debba pagare per un software anti-malware premium. SiteLock consente di personalizzare la sicurezza in base alle esigenze del sito web e comprende:

  • Scansione web
  • Rilevamento del malware
  • Rimozione del malware
  • Firewall per applicazioni web
  • Protezione DDoS
  • Patch di vulnerabilità
  • Conformità PCI

I costruttori di siti web e i fornitori di hosting web dovrebbero occuparsi della sicurezza del vostro sito. Molti provider di hosting includono un software anti-malware gratuito all’interno dei loro pacchetti, compreso un software come SiteLock.

3. Proteggere le password

Se avete letto il nostro articolo sulle statistiche delle password, saprete che il 90% degli utenti di Internet teme che le proprie password vengano violate.

Usiamo le password ogni giorno e molte persone usano la stessa password per la maggior parte dei loro account online. È facile sottovalutare il potere di una password e quanto possa essere vulnerabile agli hacker.

Le password sono una delle cose più facili da aggiornare o modificare per aumentare la sicurezza del vostro sito web. Dedicate un po’ di tempo alla vostra giornata per assicurarvi che le vostre password siano sicure o prendete in considerazione la possibilità di generare automaticamente password forti utilizzando un gestore di password.

Alcune delle password più comunemente utilizzate (che ci crediate o no) sono:

  • abc123
  • Password
  • 123456
  • iloveyou
  • 111111
  • Qwerty
  • Admin
  • Benvenuti
Se non siete sicuri di come creare una password forte e sicura, considerate i seguenti suggerimenti:
  • Creare una combinazione di frasi non correlate e casuali
  • Generate le vostre password in modo casuale utilizzando un gestore di password sicuro.
  • Non riutilizzate le vostre password
  • Assicuratevi che le vostre password siano lunghe
  • Non utilizzate mai informazioni personali come il nome o la data di nascita nelle vostre password.

4. Mantenere il sito web aggiornato

Se utilizzate un costruttore di siti web o un provider di hosting gestito, potreste non dovervi preoccupare più di tanto di questa fase. Tuttavia, è sempre bene verificare con il proprio provider la gestione degli aggiornamenti sul proprio sito web.

Non si tratta di aggiornare i contenuti, ma di assicurarsi che la piattaforma utilizzata, i temi e i plugin installati sul sito web siano aggiornati.

Se la vostra piattaforma, come WordPress, non è aggiornata con gli ultimi aggiornamenti, il vostro sito web è a rischio di problemi di sicurezza. Pertanto, è necessario assicurarsi di eseguire gli aggiornamenti del software WordPress e dei plugin installati sul sito.

La maggior parte dei provider vi consentirà di selezionare gli aggiornamenti automatici, ma non c’è nulla di male a prendersi qualche minuto per verificare che il vostro sito web sia sicuro e aggiornato.

5. Attenzione alle truffe

Sebbene ad alcuni possa sembrare ovvio non consegnare i propri dati personali, milioni di persone in tutto il mondo (comprese le aziende) continuano a cadere nelle truffe. Non è colpa loro, ma è importante capire come proteggersi e rendere sicuro il proprio sito web.

Sapevate che il 94% dei cyberattacchi inizia con un’e-mail? Questo lo rende il metodo di attacco più diffuso, quindi è bene tenere d’occhio la propria casella di posta elettronica per verificare se c’è qualcosa di sospetto.

La maggior parte delle violazioni della sicurezza informatica sono causate da errori umani. Ciò significa che siete voi a dover proteggere il vostro sito web. Tenete alta la guardia quando leggete e-mail, rispondete a telefonate o ricevete messaggi di testo che richiedono informazioni personali. In caso di dubbio, fate una ricerca sull’azienda e richiamatela, in modo da essere certi di essere in contatto con le persone giuste.

Ecco alcune cose che potete fare per rendere sicuro il vostro sito web e garantire la riservatezza dei dati dei vostri visitatori:

  • Attenzione alle connessioni Internet aperte e all’utilizzo di una VPN
  • Non cliccate sui link delle e-mail che non provengono da qualcuno che conoscete o di cui vi fidate.
  • Fate attenzione a chi concedete l’accesso al vostro sito web e date l’accesso all’amministrazione solo a persone che conoscete.
  • Modificate le impostazioni predefinite dei vostri account, come WordPress
  • Fate lavorare sul vostro sito web solo persone verificate

6. Accettare manualmente i commenti

Quando si pubblica il proprio sito web o blog, è una bella sensazione vedere i commenti ai propri post. Dimostra che le persone apprezzano i vostri contenuti ed è un ottimo incentivo per il morale.

I commenti offrono una prova sociale ai visitatori del sito web, si può condividere il livello di coinvolgimento sui social media e si può anche prendere in considerazione il feedback.

Tuttavia, ci saranno sempre molti commenti che non sono così gentili. Ci sono tantissimi bot e account falsi che aspettano di commentare i vostri post con un link di affiliazione o di spam, il che è fastidioso e mette a rischio voi e i vostri visitatori.

Se le persone possono commentare il vostro sito web senza essere approvate, è probabile che colgano l’occasione per spammare il vostro sito web con link poco raccomandabili.

Per proteggere il vostro sito web, dovete assicurarvi di modificare le impostazioni del vostro sito web per approvare manualmente i commenti. In questo modo avete la possibilità di eliminare o bloccare gli utenti che cercano di spammare il vostro sito web.

Inoltre, è possibile effettuare le seguenti operazioni:

  • Installare un software anti-spam
  • Chiedere ai visitatori di registrare un account prima di poter commentare
  • Disattivare i commenti dopo un determinato periodo di tempo

7. Backup del sito web

I passaggi sopra descritti proteggeranno i vostri siti web dagli hacker e impediranno loro di fare un passo sul vostro sito. Tuttavia, non vale la pena di dare per scontato che il vostro sito web vada tutto bene.

Creare regolarmente un backup del vostro sito web significa che se dovesse accadere qualcosa di brutto, avrete una versione recente del vostro sito web da poter ripristinare.

Un backup è fondamentalmente una copia del vostro sito web, dei suoi contenuti e dei suoi dati. Se avete un sito web o un negozio di e-commerce di grandi dimensioni, dovrete assicurarvi che la vostra memoria di backup sia abbondante.

Esistono diversi modi per effettuare il backup del proprio sito web:

  • Utilizzare un servizio di backup come Sucuri , che è un servizio premium.
  • Scegliete un host web che includa i backup come parte del suo piano di hosting, come A2 Hosting.
  • Utilizzate un plugin per WordPress come VaultPress per creare i vostri backup.

Indipendentemente dal metodo scelto per rendere sicuro il vostro sito web, dovrete considerare anche i seguenti aspetti:

  • Backup off-site: in questo caso i dati vengono conservati in una sede distaccata, in modo che, in caso di guasto dell’hardware del server, i backup rimangano al sicuro.
  • Backup automatici – Assicurarsi di creare backup regolari e automatici impedisce di dimenticarsene e di commettere un errore umano.
  • Backup regolari – Dovete assicurarvi di eseguire backup regolari del vostro sito web; noi vi consigliamo di eseguirli quotidianamente, ma se questo è troppo, eseguiteli almeno settimanalmente.
  • Backup ridondanti – I backup ridondanti sono archiviati in più posizioni per garantire il backup dei vostri backup.
Se si apportano regolarmente modifiche o aggiornamenti al sito web, i backup devono essere eseguiti più spesso. Credetemi, se il vostro sito web viene attaccato, sarete grati di aver effettuato il backup e di aver reso sicuro il vostro sito web.

Come proteggere il vostro sito web: Riassunto

Spero che questo articolo sia stato utile per mostrarvi quanto sia importante garantire la sicurezza del vostro sito web. La scelta di un provider di hosting o di un costruttore di siti web affidabile è il primo passo per garantire che la sicurezza del vostro sito web sia la migliore possibile.

Mettere in sicurezza il vostro sito web non è un compito difficile; certo, è necessario un po’ di impegno, ma vi assicuro che ne vale la pena per garantire che il vostro sito non cada nelle mani di un hacker.

Abbiamo descritto i 7 passi principali che potete compiere per proteggere il vostro sito web. Naturalmente ci sono sempre altre cose che si possono fare, ma questi sono i punti essenziali da considerare per iniziare.

Se avete già un sito web, ripassate i punti che abbiamo trattato sopra per assicurarvi che il vostro sito sia protetto. Iniziate installando un certificato SSL, controllate le vostre password e fate regolarmente il backup dei vostri dati.

Related Posts: