• Blog
  • Bluehost Vs NameCheap (2023)

Bluehost Vs NameCheap (2023)

Confronto tra recensioni: Namecheap vs Bluehost?

Se siete arrivati qui, probabilmente state discutendo tra Namecheap e Bluehost. Questa è una guida approfondita al confronto per aiutarvi a decidere.

Al giorno d’oggi non sono molte le aziende che possono permettersi di non avere una presenza online, e il numero di servizi di web hosting disponibili lo dimostra. Ma con così tanti servizi di web hosting tra cui scegliere, scegliere il migliore può essere una grande sfida. In questo articolo, mettiamo uno contro l’altro due dei maggiori operatori del mondo dell’hosting web: Namecheap e Bluehost, per vedere chi di loro ha più da offrire.

Chi è Namecheap?

Fondata nel 2000, Namecheap inizialmente forniva solo la registrazione di nomi di dominio, ma ora l’azienda offre anche servizi di web hosting. Namecheap si è guadagnata una buona reputazione grazie alla sua forte  e il suo sostegno alla neutralità della rete, donando oltre 300.000 dollari alla Electronic Frontier Foundation e a Fight for the Future.

Registriamo, ospitiamo e gestiamo domini per voi o per altri in modo facile e conveniente, perché Internet ha bisogno di persone.

L’anno scorso, l’amministratore delegato di Namecheap Richard Kirkendall ha annunciato che l’azienda aveva più di 10 milioni di domini in gestione e milioni di clienti in tutto il mondo, il che la rendeva uno dei principali registrar di domini al mondo.

Bluehost

A differenza di Namecheap, Bluehost fornisce servizi di web hosting sin dalla sua fondazione nel 2003. Bluehost è tra le 20 maggiori società di web hosting al mondo ed è una delle circa 100 società di hosting possedute e gestite da Endurance International Group (EIG), insieme a HostGator, PureHost, iPage, SpeedHost e molte altre.

Insieme alle sue consociate, Bluehost ospita oltre 2 milioni di domini. Inoltre, ospita più di un milione di siti web solo sui suoi server condivisi, che sono solo uno dei tanti tipi di hosting offerti dall’azienda.

Namecheap vs Bluehost: Hosting

Sia Bluehost che Namecheap offrono un’ampia gamma di servizi di web hosting, tra cui hosting condiviso, hosting WordPress, hosting VPS, hosting dedicato e hosting e-mail.

Caratteristiche

Per vedere quale società di web hosting può darvi più soldi, confrontiamo ciò che è incluso nei loro piani di web hosting condiviso più popolari: Namecheap Stellar Plus e Bluehost Plus.

Namecheap Stellar Plus si rivolge a utenti esperti che amministrano siti web esigenti e include storage SSD senza limiti, larghezza di banda senza limiti, siti web illimitati e un website builder. Namecheap consente di scegliere tra un datacenter statunitense e uno britannico, un’ottima notizia per chi si occupa di SEO. Tutti i clienti di hosting condiviso ricevono 50 certificati SSL positivi gratuiti per un anno e possono installare WordPress in pochi secondi con l’installatore di app Softaculous di Namecheap.

Namecheap Shared Hosting Features

Namecheap Stellar Plus si rivolge a utenti esperti che amministrano siti web esigenti e include storage SSD senza limiti, larghezza di banda senza limiti, siti web illimitati e un website builder. Namecheap consente di scegliere tra un datacenter statunitense e uno britannico, un’ottima notizia per chi si occupa di SEO. Tutti i clienti di hosting condiviso ricevono 50 certificati SSL positivi gratuiti per un anno e possono installare WordPress in pochi secondi con l’installatore di app Softaculous di Namecheap.

Bluehost Plus è altrettanto ben equipaggiato e offre siti web illimitati, spazio di archiviazione SSD non misurato, larghezza di banda non misurata, un certificato SSL gratuito e sottodomini e domini parcheggiati illimitati. Bluehost crea automaticamente backup giornalieri, settimanali e mensili di tutti gli account, compresi tutti i siti web ospitati. Grazie alla partnership con Microsoft, i clienti di Bluehost possono ottenere un’e-mail aziendale personalizzata con Microsoft Office 365 con pochi clic per migliorare la produttività con applicazioni come Word, PowerPoint ed Excel. Grazie a queste ulteriori integrazioni e collaborazioni, e al fatto che

Vincitore assoluto delle caratteristiche

BlueHost e Namecheap offrono entrambi caratteristiche eccezionali per il prezzo pagato. Offrono vantaggi simili, come i certificati SSL gratuiti e molto altro ancora, tuttavia BlueHost supera Namecheap di pochissimo con storage SSD, larghezza di banda ed e-mail illimitate.

Prestazioni

A cosa serve un servizio di web hosting ricco di funzionalità se non funziona bene? Per questo capitolo del nostro confronto Namecheap vs Bluehost, abbiamo analizzato quasi una dozzina di test di web hosting indipendenti per vedere quale dei due servizi di web hosting si comporta meglio.

BlueHost Server Response

Con nostra grande sorpresa, Bluehost ha cancellato Namecheap sia in termini di velocità che di uptime. Il risultato ci ha sorpreso perché le cose erano molto diverse solo due anni fa. A quanto pare, molte cose sono cambiate da allora e Bluehost è ora il 4il primo servizio di web hosting più veloce, mentre Namecheap occupa l’8° posto.terzo posto.

BlueHost ci ha costantemente fornito il 100% di uptime e i tempi di risposta dei loro server sono semplicemente fuori dal mondo, con un tempo di risposta che non supera i 10ms, il che è assolutamente folle (in senso positivo).

Namecheap Uptime Results

Mentre Namecheap ha sperimentato downtime quasi ogni singola settimana lo scorso anno, Bluehost ha registrato solo 6 minuti di downtime durante la prima metà del 2018 e 8 minuti nella seconda metà dell’anno. Le eccellenti prestazioni di Bluehost giustificano completamente il suo prezzo più elevato e lo rendono un’ottima scelta anche per le aziende online.

Vincitore delle prestazioni complessive

Se non è evidente dai risultati di cui sopra, lo chiarirò. BlueHost è il vincitore assoluto nella categoria velocità e prestazioni, offrendo il 100% di uptime e tempi di risposta del server straordinariamente buoni.

Prezzo

Il piano di web hosting condiviso più conveniente di Bluehost costa 2,95 dollari al mese se si paga un anno di servizio in anticipo con il nostro codice promozionale Bluehost. Tenete presente che questo prezzo basso è solo per il primo periodo e si rinnova a 7,99 dollari al mese. Namecheap parte da 1,29 dollari al mese e si rinnova a 2,57 dollari al mese, il che lo rende notevolmente più economico.

Bluehost Shared Pricing

Detto questo, il piano più economico di Namecheap è molto più limitato rispetto al piano più economico di Bluehost. Affinché il confronto sia equo, sarebbe più appropriato confrontare il piano economico di Bluehost con il piano standard di Namecheap, che costa 2,2 dollari al mese per il primo periodo e si rinnova a 4,4 dollari al mese.

Namecheap Shared Hosting

La situazione è in gran parte la stessa quando si tratta di hosting WordPress, hosting dedicato e hosting VPN. Anche in questo caso, entrambe le società di web hosting cercano di attirare i clienti con prezzi promozionali interessanti, validi solo per il primo periodo.

Vincitore del prezzo complessivo

NameCheap è il chiaro vincitore in termini di prezzi, offrendo piani di hosting condiviso a partire da soli 1,58 dollari al mese, a un prezzo regolare di 2,88 dollari al mese, che è molto più conveniente rispetto a BlueHost. Sebbene BlueHost offra più spazio di archiviazione e funzioni, per i siti web e i blog di base, NameCheap è incredibilmente conveniente.

Assistenza clienti

Per essere un’azienda così grande, Bluehost fa davvero di tutto per trovare canali per offrire assistenza ai clienti. Non solo è possibile mettersi in contatto con il servizio di web hosting su quasi tutti i principali social network esistenti, ma sono presenti anche diversi numeri di telefono sul loro sito web. È presente anche il supporto via chat, quindi sta a voi decidere quale canale di assistenza clienti utilizzare. Bluehost è noto per impiegare esperti come sviluppatori web e collaboratori di WordPress, il che porta la qualità del suo supporto clienti a un livello superiore.

BlueHost Support Resources

Namecheap, purtroppo, non è all’altezza dell’assistenza clienti, perché il servizio di web hosting offre solo una chat dal vivo e la possibilità di inviare un ticket di assistenza clienti, mentre non è disponibile un numero di telefono. Poiché Namecheap impiega circa un giorno per rispondere ai ticket di assistenza clienti, la chat dal vivo è l’unico modo per ottenere una risposta in tempi ragionevolmente brevi.

Vincitore assoluto dell'assistenza clienti

Sfortunatamente NameCheap non ha ottenuto buoni risultati in questa categoria, mentre BlueHost offre un centro di assistenza intuitivo, molteplici modi per contattare l'assistenza e un supporto esperto per software come WordPress.

Il miglior host web... E il vincitore è BLUEHOST!

Offrendo un’ampia gamma di servizi di web hosting a prezzi ragionevoli e mantenendo la promessa di prestazioni eccellenti, Bluehost batte Namecheap come miglior host web, per i suoi servizi di hosting condiviso, hosting WordPress, hosting VPS, hosting dedicato e hosting e-mail.

Se questo confronto Namecheap vs Bluehost fosse stato fatto solo due anni fa, molto probabilmente Bluehost non avrebbe vinto, ma l’azienda ha lavorato duramente per rendere i suoi servizi irresistibilmente attraenti e i risultati parlano da soli. Bluehost è altamente raccomandato come una delle migliori società di hosting, e il preferito di tutti gli host che abbiamo usato!

Bluehost vs Namecheap: Registrazione del nome di dominio

Non tutte le società che offrono la registrazione di nomi di dominio sono uguali. L’Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN) è responsabile dell’accreditamento delle società che operano come società di registrazione in uno o più domini generici di primo livello (gTLD); solo le società di registrazione accreditate hanno accesso diretto al registro, consentendo loro di elaborare nuove registrazioni e rinnovi. Altre aziende possono ancora fornire servizi di registrazione di nomi di dominio al pubblico, ma solo come rivenditori.

Namecheap è una società di registrazione accreditata dall’ICANN e consente ai suoi clienti di registrare quasi tutti i domini disponibili, tra cui .com, .net, .org, .us, .info, .biz, .me, .co, .co.uk, .io o .email, solo per citarne alcuni. Se avete già un nome di dominio registrato presso qualcun altro, potete trasferirlo facilmente su Namecheap e risparmiare sui rinnovi. È possibile ottenere un dominio .com a soli 8,88 dollari all’anno e tutti i nuovi clienti possono usufruire di PositiveSSL a soli 1,99 dollari per il primo anno.

Con Namecheap, si ha accesso a un’enorme rete di server DNS negli Stati Uniti e in Europa. I server DNS di Namecheap offrono un’eccellente affidabilità e supportano la modifica dei record in tempo reale. Se desiderate acquistare o vendere domini registrati, potete farlo con il marketplace di Namecheap, un sistema che mette in contatto i proprietari di domini con gli acquirenti.

Poiché Bluehost non è una società di registrazione accreditata ICANN, non può competere con Namecheap per quanto riguarda la registrazione dei nomi di dominio. Tra i nomi di dominio offerti da Bluehost ci sono .com, .club, .co, .space, .us, .website, .org, .net, .me, .biz, .info, .host, .online, .site, .co.uk e .org.uk. I prezzi sono generalmente più alti rispetto a Namecheap: i domini .com, ad esempio, costano 11,99 dollari all’anno. Tuttavia, Bluehost include un dominio gratuito nei suoi piani di hosting.

Il miglior registrar di domini... E il vincitore è NAMECHEAP

Essendo una società di registrazione accreditata ICANN, Namecheap batte Bluehost come migliore società di registrazione di domini grazie alla sua eccellente selezione di nomi di dominio, ai prezzi convenienti, all’accesso a un’enorme rete di server DNS e a un mercato di nomi di dominio.

Sintesi


Namecheap

Bluehost
Pro Pro
Prezzi accessibili Prestazioni eccellenti
50 certificati SSL positivi gratuiti Ottimo tempo di attività
Installatore di app Softaculous Integrazione con Microsoft Office 365
Accreditamento ICANN Tutti i piani sono illimitati
Più canali di assistenza clienti
Cons Contro
Prestazioni medie Nessun accreditamento ICANN
Nessun numero di telefono per l’assistenza clienti

Conclusione Namecheap Vs Bluehost

La conclusione di questo confronto Namecheap vs Bluehost è chiara: Bluehost è l’opzione migliore per chi cerca hosting condiviso, hosting WordPress, hosting VPS, hosting dedicato e hosting e-mail, mentre Namecheap vince come registrar di nomi di dominio.

A parte il fatto che Namecheap è accreditato dall’ICANN e Bluehost no, le differenze tra i due servizi di web hosting non sono così grandi come ci aspettavamo inizialmente. Il fatto che Namecheap inizialmente fornisse solo la registrazione di nomi di dominio è ancora evidente quando si tratta della qualità dei suoi servizi di web hosting, ma almeno l’azienda compensa con prezzi accessibili. Bluehost dimostra che le grandi aziende di web hosting non devono per forza essere impersonali e antipatiche, mettendo in difficoltà Namecheap con la sua fantastica assistenza clienti.

Altri confronti tra hosting

Condividi

Abbonarsi

Per le ultime ricerche e notizie autentiche sui migliori host per il vostro sito web!

Articolo successivo

Messaggi correlati: