52+ statistiche spaventose su hacking e cybersecurity da conoscere per il 2022

Mantenete la vostra azienda protetta rimanendo aggiornati sulle ultime tendenze della cybersecurity

last updated

Ottobre 9, 2022

written by

David Morelo

Mantenete la vostra azienda protetta rimanendo aggiornati sulle ultime tendenze della cybersecurity

Introduzione

Siete interessati alle ultime statistiche sulla sicurezza informatica? I problemi di sicurezza informatica sono una minaccia incombente per le aziende. Le tendenze recenti suggeriscono che gli attacchi malevoli sono in aumento, con un numero di minacce ai dati violati superiore a quello registrato in precedenza dopo il COVID-19.

Sebbene possa sembrare ovvio mettere in atto precauzioni per ridurre il rischio di attacchi di cybersecurity, sorprendentemente la maggior parte delle aziende ha dati non protetti all’interno del proprio posto di lavoro. Inoltre, le piccole imprese e i privati che hanno costruito il proprio sito web spesso non hanno la più pallida idea del tipo di misure di sicurezza da adottare per proteggere il proprio sito e i dati dei clienti.

Per combattere con successo gli attacchi di cybersecurity, le aziende devono essere consapevoli delle tendenze più recenti per introdurre le migliori pratiche di cybersecurity nella loro vita quotidiana, proteggendo loro, il loro personale e i loro clienti.

Ecco le statistiche più recenti sulla cybersicurezza per il 2022.

1. Statistiche sui cyberattacchi da coronavirus

  • Il coronavirus è stato accusato di un aumento del 238% degli attacchi di cybersicurezza alle banche nel 2020(ZDNet)
  • L’80% delle aziende ha registrato un aumento dei cyberattacchi a seguito del Coronavirus(RiskIQ)
  • Il 27% di tutti gli attacchi di cybersicurezza ha come obiettivo le banche o il settore sanitario
  • Il pagamento medio di ransomware è aumentato del 33% rispetto al quarto trimestre del 2019.
  • Le aziende britanniche hanno registrato un aumento del 30% degli attacchi nel primo trimestre del 2020 (Info Security)
  • Nel marzo 2020, gli attacchi ransomware sono aumentati del 148%(E&T)
  • Gli attacchi basati sul cloud sono aumentati del 600% dalla fine di febbraio(RiskIQ)
  • Il 5% dei domini legati al Coronavirus è stato ritenuto sospetto(RiskIQ).
  • Le visite ai siti web degli hacker sono aumentate del 66% nel marzo 2020(RiskIQ)

2. Statistiche generali sulla sicurezza informatica

  • L’errore umano è responsabile del 22% degli attacchi di cybersecurity(Duo)
  • Il 41% dei clienti ha dichiarato che non acquisterebbe da un’azienda vittima di un attacco ransomware (Metro)
  • Il 94% dei cyberattacchi inizia con un’e-mail(CSO Online)
  • L’11% degli utenti online è stato vittima di un furto di dati(Security Today)
  • Il 72% delle violazioni di dati prende di mira le grandi aziende(FM Magazine)
  • Il 25% dei cyberattacchi riguarda il phishing
  • Le bande di criminalità organizzata sono responsabili del 55% degli attacchi
  • Il 43% delle violazioni di dati riguarda applicazioni web basate su cloud (Global News Wire)

3. Statistiche sugli attacchi di phishing e via e-mail

  • Il 94% delle minacce informatiche nel 2019 è stato trasmesso via e-mail(Verizon)
  • Nel 2018, i livelli di phishing sono scesi da 1 su 2.995 email nel 2017 a 1 su 3.207 email(Symantec)
  • Il 48% degli allegati e-mail dannosi sono file di Microsoft Office(Symantec).
  • Il 56% dei responsabili IT afferma che gli attacchi di phishing sono la principale minaccia alla sicurezza (CSO Online)
  • Il 62% delle aziende nel 2018 ha subito attacchi di phishing (Cybint Solutions)
  • Il 32-33% delle violazioni include il phishing (Verizon)

4. Statistiche sulla sicurezza informatica del settore

  • Il 43% delle vittime di violazioni erano piccole imprese(Verizon)
  • Il 15% delle violazioni ha coinvolto organizzazioni sanitarie(Verizon)
  • Il settore dei servizi finanziari è quello che sostiene i costi più elevati per la criminalità informatica, con una media di 18,3 milioni di dollari per azienda(Accenture).

5. Statistiche sulla privacy

  • Il 21% degli utenti online è stato vittima di hackeraggio di account (Security Today)
  • Il 61% degli individui che si preoccupano della propria privacy ha un’età inferiore ai 44 anni(CISCO).
  • Il 79% delle persone dichiara di essere molto o abbastanza preoccupato di come le aziende utilizzano i loro dati privati(Pew Research Center).
  • Il 12% degli utenti online è vittima di stalking(Security Today)
  • L’81% delle persone dichiara di avere la sensazione di non avere alcun controllo sui dati raccolti dalle aziende(Pew Research Center).
  • Il 41% dei bambini tra gli 8 e i 17 anni ha profili pubblici aperti(Security Today)
  • Il 6% degli utenti online ha dichiarato di essere stato vittima di truffe online(Security Today)
  • Il 72% degli americani ritiene che la maggior parte di ciò che fa online sia tracciato(American Trends Panel)

6. Statistiche sulla protezione dei dati

  • Meno del 40% dei Paesi ha messo in atto una legislazione per garantire la protezione dei dati e della privacy(ONU)
  • Il 59% delle persone afferma che le proprie organizzazioni soddisfano tutti i requisiti del GDPR(CISCO)
  • Il 47% delle organizzazioni ha aggiornato le politiche sui cookie dei propri siti web(Techbeacon)
  • Il 58% dei Paesi europei ha dichiarato che la conformità al GDPR è una priorità assoluta rispetto agli Stati Uniti, dove solo l’11% l’ha scelta come priorità(IAPP).
  • Il 35% delle aziende statunitensi ha dichiarato di non essere conforme al CCPA entro il 1° gennaio 2020(eMarketer)
  • La più grande multa per il GDPR è stata comminata a Google Inc. in Francia, pari a 50.000.000 di euro(Privacy Affairs).

7. Statistiche sulla spesa per la sicurezza informatica

  • Si prevede che i servizi di sicurezza rappresenteranno il 50% dei budget per la cybersecurity nel 2020(Gartner)
  • Il costo medio di una violazione dei dati è di 3,9 milioni di dollari(IBM).
  • Il costo medio in termini di tempo di un attacco malware è di 50 giorni(Accenture).
  • Entro il 2021 si stima che i danni legati alla criminalità informatica raggiungeranno i 6.000 miliardi di dollari all’anno(Cybersecurity Ventures).
  • Il 50% delle aziende con 10.000 o più dipendenti spende almeno 1 milione di dollari all’anno per la sicurezza(CISCO).

8. Statistiche sul malware

  • Il 64% delle organizzazioni nel 2018 ha sperimentato attività di malware che si sono diffuse da un dipendente all’altro, percentuale che salirà al 71% nel 2019(Mimecast)
  • Il 63% delle organizzazioni negli Emirati Arabi Uniti ha subito un attacco ransomware (Mimecast)
  • Il 62% dei professionisti della cybersecurity ritiene che il team di cybersecurity della propria organizzazione sia sotto organico(ISACA)
  • Dal 2007 il numero di siti web di malware è diminuito, ma i siti web di phishing sono in aumento (Google).
  • PayPal è uno dei siti web più comunemente imitati (Comparitech)
  • In Cina, il 3% dei siti web scansionati ospita malware (Google)
  • Le varianti di malware diminuiscono di anno in anno (Sonic Wall)
  • Circa 4.800 siti web sono stati compromessi a causa del codice di form jacking ogni mese nel 2018 (Symantec)

9. Plugin di sicurezza per WordPress

Sebbene queste statistiche siano piuttosto inquietanti, è possibile adottare misure per proteggere il proprio sito web da potenziali minacce alla sicurezza. 

Se non siete sicuri di aver bisogno di una domanda di sicurezza per WordPress, vale la pena ricordare che il sito web medio viene attaccato 44 volte al giorno. un sito web medio viene attaccato 44 volte al giorno. Anche se non tutti questi attacchi andranno a buon fine, se uno di essi dovesse sfuggire alla rete, la vostra azienda potrebbe essere messa in serio pericolo. Infatti, WordPress 

Ecco alcuni dei miei plugin di sicurezza WordPress preferiti per proteggere il vostro sito web, la vostra azienda e i vostri clienti:

10. Wordfence

Wordfence è dotato di un firewall endpoint e di uno scanner di malware per proteggere i siti web WordPress. I firewall endpoint offrono una protezione migliore rispetto alle soluzioni cloud, sfruttando l’identità dell’utente in oltre l’85% delle regole del firewall. Solo negli ultimi 30 giorni, Wordfence ha bloccato quasi 4 miliardi di attacchi e oltre 180.000 IP dannosi sono stati inseriti nella lista nera.

11. GestireWP

GestisciWP aiuta ad automatizzare il flusso di lavoro aggiungendo siti web, password, ecc. da un unico cruscotto facile da usare. È possibile aggiungere un numero illimitato di siti web e aggiornare con un solo clic plugin, temi e aggiornamenti del nucleo di WP. ManageWP vi avviserà se uno dei vostri plugin è vulnerabile, in modo che possiate aggiornarli o disattivarli se del caso.

12. Defender Pro

Defender Pro esegue regolarmente scansioni di sicurezza e rapporti sulle vulnerabilità. Protegge il vostro sito web da hacker, attacchi brute force e bot maligni. Potete provare Defender Pro gratuitamente per 7 giorni e fare i primi passi per difendere il vostro sito WordPress dagli attacchi di cybersicurezza.

13. Sicurezza iThemes

Sicurezza iThemes offre oltre 30 modi per proteggere il vostro sito web WordPress da hack e attacchi dannosi. iThemes ha quasi 1 milione di installazioni attive e vi aiuta a risolvere i problemi più comuni e gli attacchi automatici attraverso WordPress.

14. Jetpack

Jetpack è un plugin di sicurezza per WordPress indispensabile. Protegge il vostro sito web da attacchi di forza bruta, spam e prende backup dell’intero sito. Oltre a offrire protezione contro gli attacchi, Jetpack è dotato di strumenti che aumentano le prestazioni per aiutare il vostro sito a funzionare alla velocità della luce.

15. Cambiare il login di wp-admin

L’URL di accesso predefinito è /wp-admin, che può essere facilmente intercettato dagli hacker. Cambiare il login di wp-admin modifica l’URL utilizzato per accedere al vostro sito WordPress senza alterare o rinominare i file nelle directory principali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More Hosting Reviews...